Macchine Confezionatrici Verticali per packaging monodose

PROCESSING & PACKAGING

La prima rete di imprese italiana nei settori PACKAGING & PROCESSING

Un’intervista esclusiva ad Annalisa Bellante, co-titolare di Cama Group, e Armando Honegger, amministratore delegato di Honegger s.r.l. sulla nuova rete di imprese italiana che coinvolge una serie di realtà produttive che sviluppano soluzioni innovative per il confezionamento e il processo.

In che ambito nasce questa iniziativa?

Annalisa Bellante: Il progetto di rete d’impresa nasce nel settore delle
macchine automatiche per l’imballaggio, che è un settore che fattura
circa 7 miliardi di euro. È un settore fortemente in crescita perché dal
2016 abbiamo un incremento dell8% ed è un fiore all’occhiello dell’imprenditoria
italiana, infatti l’Italia si gioca a livello internazionale il testa
a testa con i concorrenti tedeschi. All’interno del settore lavorano circa
oltre 600 aziende, quasi tutte con caratteristiche di forte internazionalizzazione
e di un’altissima propensione per l’innovazione tecnologica.

➥ Quali ragioni hanno portato alla nascita di questa
iniziativa e quali sono gli obiettivi?

Annalisa Bellante: La rete d’impresa nasce nel 2015 su iniziativa di
Gianmario Ronchi, il quale intuendo la potenzialità di un’unione di
aziende che si legano a determinati valori ci ha proposto questa partenza
con l’inizio di un progetto prevalentemente di promozione tra aziende.
Lo scopo iniziale della rete è stato quello di promuovere tutte le
aziende sui diversi mercati, ma si è velocemente evoluto anche in progetti
di differente natura quali, ad esempio, confronti all’interno di
aziende di vari argomenti, addirittura su progetti di ricerca e sviluppo.
Non avendo concorrenti all’interno della rete, gli imprenditori si sono
aperti anche ad un confronto assolutamente costruttivo per tutti. Gli
obiettivi della rete di impresa sono condivisi in termini di forte internazionalizzazione,
un’altissima propensione agli investimenti in ricerca e
sviluppo e soprattutto una condivisione di valori anche etici che accomunano
tutti noi imprenditori.

Honegger s.r.l. è soggetto attuatore di rete
d’impresa. Perché la scelta di essere partner e quali
passi sono stati fatti dopo il vostro ingresso?

Armando Honegger: Abbiamo scelto di essere partner inizialmente perché
sono tutti nostri clienti che noi seguiamo da anni, ma la cosa che ci
ha interessato di più e che ci stimola a fare cose nuove è il modo in cui
si sono aggregati tra di loro. Sono tutte aziende molto sinergiche tra di
loro, hanno delle caratteristiche molto precise, sono tutte aziende volte
all’esportazione, quindi questo permette anche di sviluppare nuovi
progetti e nuovi modi di andare in fiera, all’estero e di comunicare, non
solo attraverso la fiera ma anche attraverso le attività di comunicazione
che abbiamo intenzione di realizzare e che in parte abbiamo già fatto
per la scoperta di nuovi mercati.
L’attività che abbiamo svolto fin dall’inizio è stata quella di fare una
ricerca di mercato sulle varie aziende che ci sono in Italia e sui loro
prodotti per vedere di integrare e di aggregare altre aziende per rendere
ancora più complementare questa sinergia nel settore.
Abbiamo intenzione di studiare nuovi modi di penetrare altri mercati
facendo presentazioni e incontri mirate su mercati specifici per ognuna
di queste aziende. Quindi è un concetto di comunicazione molto nuovo,
non è solo la fiera stessa, ma c’è un percorso di preparazione, con un
prima, un durante e un dopo.

➥Quali sono le iniziative messe in atto fino ad oggi?

Armando Honegger: Di iniziative ne abbiamo fatte tante. Prima di tutto
abbiamo rivisto la comunicazione a partire dal sito internet ai comunicati
stampa fino alla grafica, al nuovo marchio e al nuovo concetto di
design delle varie fiere, dove le aziende si presentano tutte assieme.
Questo è già applicato su diversi mercati, quali Iran, India, Russia, Algeria
e Australia, dove abbiamo portato con soddisfazione questo gruppo.
Abbiamo un programma molto fitto anche per il 2019/2020 e poi
andrà avanti.

Vi sono obiettivi futuri ed una volontà di allargare
il progetto a nuove imprese?

Annalisa Bellante: Assolutamente sì, la rete ha il progetto di allargarsi a
nuovi partecipanti sempre nella logica di integrazione del processo
produttivo dei nostri clienti. Quindi l’inserimento di altre aziende che
andranno a implementare a implementare e completare la gamma, il
servizio e gli impianti chiavi in mano che potremo andare ad offrire ai
nostri clienti.

http://www.processingandpackaging.com/

Macchine confezionatrici automatiche verticali per tutte le esigenze: da oltre 50 anni portiamo innovazione nel mondo del packaging monodose, producendo macchine imbustatrici automatiche verticali altamente performanti e capaci di adattarsi alle richieste del cliente. Oltre alle confezionatrici in soluzione singola, le nostre linee complete per packaging primario e secondario possono soddisfare le più particolari esigenze di confezionamento producendo buste termosaldate su 4 lati, sagomate, stick-pack e astucci sia da fustellato steso che preincollato. Abbiamo sempre il controllo totale della situazione perché la fase di progettazione, produzione e assemblaggio di ogni macchina imbustatrice viene svolta all'interno della nostra azienda.

Le macchine imbustatrici sono interamente di nostra progettazione e produzione, pertanto siamo in grado di produrre macchinari e linee di confezionamento personalizzate e soluzioni per ogni settore merceologico. Senza alcun intervento meccanico ma agendo tramite un moderno display touch screen è possibile variare dei parametri operativi. In linea di massima tutti i parametri di funzionamento sono gestiti elettronicamente e quindi modificabili senza interrompere la fase produttiva; le nostre macchine confezionatrici automatiche verticali sono inoltre state progettate e testate per lavorare 24h su 24 e 7 giorni su 7.

Per offrire macchine automatiche e confezionatrici verticali sempre più affidabili e performanti investiamo ogni anno nella ricerca e sviluppo nel settore del packaging monodose. L'evoluzione ci ha permesso di costruire macchine confezionatrici in grado di svolgere correttamente il proprio lavoro anche dopo 30 anni di utilizzo. L'affidabilità è dovuta alla nostra officina interna che produce oltre l'80% della componentistica e a severi test qualitativi. Per adattare la produzione di macchine imbustatrici automatiche verticali alle esigenze del mercato implementiamo gruppi di alimentazione per consentire al sistema di confezionamento esistente di elaborare prodotti complementari.